italia - 17/11/2016
news

L'isola più bella: la Sicilia nella "Biblioteca Storica" di Diodoro Siculo

Versione stampabile

L'isola più bella:
la Sicilia
nella Biblioteca Storica di Diodoro Siculo

Calogero Miccichè


"Ager Veleias", 11.19 (2016) [www.veleia.it]



La Biblioteca Storica, la ponderosa opera di Diodoro Siculo, testimonia il grande interesse dello storico di Agirio per le vicende dell’isola dalle sue origini mitiche (lo spazio riservato alla figura di Eracle nel IV libro e al binomio Demetra e Core nel V ne è conferma) fino ai primi decenni del I secolo a.C. attraverso un itinerario in cui l’attenzione si concentra non soltanto sui grandi personaggi (i tiranni di Siracusa e di Acragas ad es.), ma anche su figure “minori” (Ducezio su tutti), non soltanto sulle grandi poleis siceliote, ma anche su numerose altre piccole comunità, soprattutto della mesogheia su cui Diodoro è fonte unica.
Pertanto, al di là delle contrastanti valutazioni che gli studiosi gli hanno riservato, nell’ambito della storiografia siceliota, considerando il disastro quasi totale cui è andata incontro, l’Agiriense conserva un ruolo di primaria importanza per la ricostruzione delle storia della Sicilia antica.


© – Copyright — Tutti i contributi pubblicati in http://www.veleia.it sono di proprietà dei singoli autori di volta in volta indicati. Ogni riproduzione integrale o parziale, non configurantesi come esplicita citazione tratta dal sito stesso, è vietata e tutelata dal diritto d'autore secondo la legge vigente. La proprietà del sito appartiene al Gruppo di Ricerca Veleiate, prof. Nicola Criniti.