varia - 19/12/2018
news

CimitERO (ero, dunque sono): il cimitero guastallese come archivio della comunità

   

CimitERO (ero, dunque sono):
il cimitero guastallese
come archivio della comunità

Alice Setti


"Ager Veleias", 13.15 (2018) [www.veleia.it]



CimitERO (ero, dunque sono) è un progetto nato a Guastalla (Reggio Emilia) per sensibilizzare l'attenzione dei ragazzi e della collettività verso un luogo di memoria – il cimitero – ricco di preziose testimonianze sulla storia della città, eppure assai poco conosciuto dai suoi abitanti.
Le iscrizioni più antiche esposte nell'area monumentale si presentano come vere e proprie biografie, costituendo talvolta gli unici documenti (in molti casi inediti) disponibili sulla vita di una persona. In tal senso il cimitero, assieme alle sue «scritture ultime», viene ad essere archivio della comunità, dunque bene da tutelare e valorizzare.
Un centinaio di ragazzi provenienti dall'I.C. "F. Gonzaga" (classi 3A, 3B, 3C, 3D, 3E, 3F della Scuola secondaria di primo grado) e dall'I. "B. Russell" di Guastalla (classi 4A e 4C del Liceo Scientifico) realizzeranno il censimento e la catalogazione di oltre 600 monumenti databili entro l'anno 1920, traducendo le epigrafi latine qui presenti. L'attività catalografica sarà integrata con la ricerca di eventuali fonti documentarie disponibili presso gli archivi locali (Biblioteca Maldotti, Archivio Diocesano e Archivio Comunale di Guastalla).
I dati raccolti saranno resi fruibili attraverso un sito web e permetteranno di individuare percorsi tematici per l'organizzazione di visite guidate. Un valido strumento di ricerca per chi volesse recuperare notizie sulle persone ricordate e, allo stesso tempo, il tentativo di preservare le iscrizioni cimiteriali dal rischio di una perdita definitiva.


© – Copyright — Tutti i contributi pubblicati in http://www.veleia.it sono di proprietà dei singoli autori di volta in volta indicati. Ogni riproduzione integrale o parziale, non configurantesi come esplicita citazione tratta dal sito stesso, è vietata e tutelata dal diritto d'autore secondo la legge vigente. La proprietà del sito appartiene al Gruppo di Ricerca Veleiate, prof. Nicola Criniti, Università degli Studi di Parma.