AGER VELEIAS
Rassegna di storia, civiltà e tradizioni classiche
Veleia

ITALIA - martedì 20 novembre 2012

"Caduta" e "fine" di Roma antica nelle lettere, nelle arti e nello spettacolo degli ultimi due secol
"Caduta" e "fine" di Roma antica nelle lettere, nelle arti e nello spettacolo degli ultimi due secol

"Caduta" e "fine" di Roma antica
nelle lettere, nelle arti e nello spettacolo
degli ultimi due secoli:
excursus italico

Nicola Criniti


["Ager Veleias", 7.14 (2012)]



«La caduta senza rumore» (A. Momigliano) dell'impero romano d'occidente nel 476, che tante discussioni e opere generò in Europa dall'Umanesimo in poi, rimase per lo più estranea alla coscienza e agli interessi letterari-artistici degli autori post-illuministici, nell'oblio del suo stesso co-protagonista, e vittima, il «pulcher» quindicenne col viso allungato e i capelli lisci (come ce lo mostrano alcune monete coeve), chiamato Augustolo per la giovanissima età e fors'anche per l'imbecillitas.
Presento qui pochi esempi: ma non so, onestamente, quanti altri se ne possano trovare. L'argomento è affascinante, singolarmente tuttavia finora per lo più disatteso, e meriterebbe ben altro respiro e competenze, specie per i mass media, oltre naturalmente a esplorazioni più capillari e accurate nella pubblicistica e negli archivi otto-novecenteschi.


© – Copyright — Tutti i contributi pubblicati in http://www.veleia.it sono di proprietà dei singoli autori di volta in volta indicati. Ogni riproduzione integrale o parziale, non configurantesi come esplicita citazione tratta dal sito stesso, è vietata e tutelata dal diritto d'autore secondo la legge vigente. La proprietà del sito appartiene al Gruppo di Ricerca Veleiate, prof. Nicola Criniti.