AGER VELEIAS
Rassegna di storia, civiltà e tradizioni classiche
Veleia

ITALIA - martedì 2 aprile 2013

L'epitaffio di Florentius, cristiano di Roma [CLE 1979 = ILCV 3885 Aa = ICVR 23529]
L'epitaffio di Florentius, cristiano di Roma [CLE 1979 = ILCV 3885 Aa = ICVR 23529]

L'epitaffio di Florentius,
cristiano di Roma
[CLE 1979 = ILCV 3885 Aa = ICVR 23529]

Nicola Criniti


["Ager Veleias", 8.04 (2013)]



La grande lastra marmorea opistografa – sulla cui faccia anteriore è inciso a eleganti lettere capitali l'accorato carmen Latinum epigraphicum dedicato nel IV secolo da una moglie innominata al cristiano Florentius [CLE 1979 = ILCV 3885 Aa = ICVR 23529] – venne ritrovata nel 1914in una ventina di frammenti al primo miglio della via Salaria, a Roma, in una galleria a sette metri di profondità della catacomba di Santa Felicita (e lì tuttora si trova nella "Basilichetta" sotterranea).
Nel ripresentare dopo trent'anni lo struggente e tenero legame coniugale descritto nei versi elegiaci di questo epitaffio paleocristiano tardo-imperiale, ancora intriso di paganesimo, voglio solo aggiungere schematicamente in queste pagine qualche dato d'aggiornamento, rinviando per ogni altra questione al lavoro originario (in cui, anche, è raccontato l'incontro del poeta valtellinese Giovanni Bertacchi col reperto).


© – Copyright — Tutti i contributi pubblicati in http://www.veleia.it sono di proprietà dei singoli autori di volta in volta indicati. Ogni riproduzione integrale o parziale, non configurantesi come esplicita citazione tratta dal sito stesso, è vietata e tutelata dal diritto d'autore secondo la legge vigente. La proprietà del sito appartiene al Gruppo di Ricerca Veleiate, prof. Nicola Criniti.