AGER VELEIAS
Rassegna di storia, civiltà e tradizioni classiche
Veleia

ITALIA - lunedì 29 giugno 2009

«Vita vinum est»: il controverso rapporto donna - vino a Roma tra il 1° secolo a.C. e il 1° d.C.
«Vita vinum est»: il controverso rapporto donna - vino a Roma tra il 1° secolo a.C. e il 1° d.C.

«VITA VINVM EST»: IL CONTROVERSO RAPPORTO DONNA – VINO A ROMA TRA IL I SECOLO A.C. E IL PRIMO SECOLO D.C.

Irene Sandei


["Ager Veleias", 4.04 (2009)]



Mentre nella società romana maschile il ruolo del vino era di primaria importanza – dalla sfera religiosa, a quella medica, a quella della cena – il suo rapporto con la parte femminile di quella stessa società fu particolarmente controverso.
All'imbecillus sexus, infatti, ab Urbe condita, il vino era rigidamente proibito, de iure e de facto, confinato nella sfera del sacro, dalla quale la donna era esclusa. Il vino puro, bevanda inebriante per eccellenza, era assimilato al sangue ed era il mezzo/simbolo della relazione tra gli uomini e gli dei.
Altri tipi di vino erano tuttavia concessi a questi esseri, di per sé deboli, ma in un altro ambito: quello della cena, in cui potevano essere consumate, in modica quantità, bevande dolci, aromatizzate, in sostanza meno alcoliche.


© – Copyright — Tutti i contributi pubblicati in http://www.veleia.it sono di proprietà dei singoli autori di volta in volta indicati. Ogni riproduzione integrale o parziale, non configurantesi come esplicita citazione tratta dal sito stesso, è vietata e tutelata dal diritto d'autore secondo la legge vigente. La proprietà del sito appartiene al Gruppo di Ricerca Veleiate, prof. Nicola Criniti.