AGER VELEIAS
Rassegna di storia, civiltà e tradizioni classiche
Veleia

VELEIA / CISALPINA - lunedì 4 marzo 2013

Legionari veleiati in Germania [CIL XIII, 6901 e 8286] di Nicola Criniti
Legionari veleiati in Germania [CIL XIII, 6901 e 8286] di Nicola Criniti

Legionari veleiati
in Germania
[CIL XIII, 6901 e 8286]

Nicola Criniti


["Ager Veleias", 8.02 (2013)]



Alla fine del terzo capitolo della mia Mantissa Veleiate [N. Criniti, Mantissa Veleiate, Faenza (RA) 2013 (Epigrafia e Antichità 32)], finalmente uscita!, ho preso in considerazione anche le due iscrizioni riferite a legionari veleiati di stanza in Germania, preziose per l'indicazione della tribù e dell'etnonimo Veleias, invece del più usuale toponimo d'origine. Le propongo sinteticamente anche in questa sede per il loro indubbio interesse e pure – non ultimo motivo – perché sono le uniche note fuori dal territorio veleiate.
Ritrovate l'una nel 1831 a Magonza, l'altra nel 1881 a Colonia, vennero pubblicate da Karl Zangemeister nel tredicesimo volume del Corpus Inscriptionum Latinarum: al Landesmuseum di Magonza è conservato il monumento a edicola nr. 6901 dei fratelli Musii, Cn(aeus) aquilifer e M(arcus) centurio, appartenenti alla Legio XIIII Gemina, di stanza nella prima parte del I secolo d.C. a Mogontiacum (Magonza), nella Germania Superior; al Rheinisches LandesMuseum di Bonn, invece, il cippo sepolcrale CIL XIII, 8286 eretto da C. Baebius Sabinus, veterano della Legio X Gemina Pia Fidelis, di stanza nella prima età traianea a Noviomagus (Nimega), nella Germania Inferior.


© – Copyright — Tutti i contributi pubblicati in http://www.veleia.it sono di proprietà dei singoli autori di volta in volta indicati. Ogni riproduzione integrale o parziale, non configurantesi come esplicita citazione tratta dal sito stesso, è vietata e tutelata dal diritto d'autore secondo la legge vigente. La proprietà del sito appartiene al Gruppo di Ricerca Veleiate, prof. Nicola Criniti.